Drag

Chiama adesso!
800 93 1196

12 gennaio 2024

Posizionamento SEO dei file PDF: tutti i consigli di ottimizzazione

Alex Baldarelli

Scritto daAlex Baldarelli

Tempo stimato per la lettura7 minuti

Sappiamo quanto sia importante lavorare sui contenuti per posizionare il proprio sito sui motori di ricerca. Ma c’è un aspetto che spesso viene trascurato, quando si lavora sulla SEO: i file PDF. I documenti in formato PDF sono comunemente utilizzati per condividere e analizzare dati e informazioni, sotto forma di report, guide e presentazioni. Quando si pubblicano sul web i file PDF (etichettati su Google con un apposito tag “PDF”) l’obiettivo è diffonderli su larga scala e ottenere la maggior visibilità possibile. Per questo motivo, è essenziale ottimizzare i PDF in maniera puntuale, per il posizionamento sui motori di ricerca. In questo articolo, esploreremo gli aspetti fondamentali che devono essere affrontati e alcuni consigli utili per far sì che i tuoi documenti PDF raggiungano il pubblico desiderato sul web.

Ottimizzare i PDF per i motori di ricerca in 10 step +1
Ci sono diversi fattori che contribuiscono al posizionamento dei file PDF sui motori di ricerca: in questa breve guida approfondiremo i principali 10, i più determinanti, molti di quali restano validi anche per un semplice contenuto testuale pubblicato sotto forma di pagina web. Aggiungiamo a questi 10 un altro consiglio di ottimizzazione extra, perché i tuoi PDF siano sempre correttamente fruibili. Scopriamoli tutti!

1. Nome del file in linea con il contenuto
Prima di pubblicare un PDF online, presta massima attenzione al nome del file. Evita assolutamente nomi generici come documento1.pdf e troppo lunghi: ricordati che devi aiutare i crawler a comprendere con semplicità il contenuto del file, quindi offri una chiara indicazione dell’argomento del documento nel nome del file, inserendo la parola chiave. Il nome del file PDF, che farà parte dell’URL, gioca un ruolo essenziale nell'indicizzazione e nel posizionamento sui motori di ricerca. Un altro consiglio: utilizza i trattini per dividere le parole del documento: es. seo-per-file-pdf.pdf.

2. Il titolo fa la differenza… anche per la SEO!
I motori di ricerca considerano il titolo del PDF come “Tag Title”, quindi, inserisci all’inizio del documento un titolo efficace sia per l’utente che per i crawler, contenente la keyword per la quale vuoi posizionarti. Se non scrivi un titolo, nella SERP verrà mostrato il nome del file. Ricordati che il titolo viene subito notato quando si effettua una ricerca, quindi se non è “accattivante” non riuscirai a cogliere l’attenzione dell’utente! Su Acrobat Reader, basta aprire il menu “File” e selezionare le proprietà del file: ora puoi modificare il titolo del documento.

3. Leggibilità del testo ottimizzata
Uno dei principi fondamentali dell'ottimizzazione PDF è garantire che il testo all'interno del documento sia facilmente leggibile sia dagli utenti che dai motori di ricerca. Questo significa che devi essere impeccabile dal punto di vista grammaticale, per non perdere credibilità e che il testo deve essere ben organizzato e strutturato in paragrafi, che favorisce una leggibilità e una fruibilità migliore. Utilizza, quindi, titoli e sottotitoli con parole chiave rilevanti per migliorare la comprensione del documento PDF. Per indicare che alcuni testi nel documento sono da considerare intestazioni (H1/H6) su Acrobat Reader, segui questi semplici passi.

· Clicca l’icona Tag nella barra a sinistra

· Individua il testo a cui vuoi assegnare un tag heading

· Clicca con il tasto destro nel tag

· Clicca Proprietà

· Seleziona il livello di heading dal menu

Ricordati che le regole SEO suggeriscono di non inserire una sola intestazione H1, mentre puoi usare più intestazioni H2-H6, in linea con la gerarchia di importanza degli argomenti tenendo conto della gerarchia degli argomenti trattati nel documento.

4. Aggiungi contesto al PDF con i Metadati
I metadati forniscono informazioni aggiuntive sui tuoi documenti. Assicurati di inserire metadati come il titolo, l'autore, le parole chiave pertinenti e le informazioni sul copyright: anche se i metadati, come le metadescription, non incidono direttamente sul posizionamento, è importante porre la massima attenzione perché aiutano a catturare l’attenzione dell’utente sui motori di ricerca. Esistono dei tool gratuiti che ti consentono di intervenire sui metadati, prova subito questo! Se, invece, utilizzi Acrobat Reader, puoi procedere con l’inserimento cliccando su File e poi su Proprietà.

5. Cura le immagini e inserisci il testo alternativo
Se il tuo PDF contiene immagini, assicurati che siano in una risoluzione accettabile, che consenta di visualizzare foto e grafici nel migliore dei modi. Inoltre, sia per una questione di accessibilità che direttamente per il posizionamento SEO, è importante assegnare il testo alternativo alle immagini, che fornisce ai motori di ricerca informazioni supplementari sul contenuto visuale, migliorando così l'indicizzazione. Se sei solito aprire i PDF con Acrobat Reader, segui questi semplici passaggi per inserire testo alternativo alle immagini (alt text):

· Clicca l’icona Tag nella barra a sinistra

· Individua l’immagine a cui inserire un alt text

· Con il tasto destro, apri la schermata delle proprietà

· Aggiungi il testo alternativo nell’apposita casella

6. Non incorporare il testo nelle immagini
Prediligere il testo effettivo rispetto a quello incorporato nelle immagini è preferibile per due motivazioni: in primis risulta più leggibile, inoltre il contenuto testuale sotto forma di foto impedisce a Google la corretta analisi e comprensione, con una conseguente difficoltà di indicizzazione. Se hai un PDF con immagini che hanno un testo incorporato, allora devi riportare tutto il testo su un altro programma (es. Word), poi salvarlo in formato PDF: in questo modo, il documento conterrà solo testo formattabile.


7. Link building strategico: crea collegamenti pertinenti con le risorse sul web
Inserisci nel tuo PDF link interni al tuo sito ed esterni verso altre pagine web, possibilmente verso siti di alta autorità e che trattano argomenti in linea con il contenuto del PDF. Questi collegamenti a risorse correlate o pagine web pertinenti migliorano la comprensione del tuo documento da parte dei motori di ricerca e contribuiscono a stabilire connessioni con altri contenuti online, compreso il tuo stesso sito. Una volta pubblicato, ricordati di inserire qualche link in altre pagine del tuo sito, ad esempio articoli, verso il PDF. Inoltre, presta attenzione all’importanza degli anchor text quando inserisci i link. L’ottimizzazione degli anchor text è fondamentale anche nei PDF ed ha effetti diretti sul posizionamento, quindi ricordati di inserire i link in una parola significativa per il contenuto che l’utente troverà nella pagina di destinazione, per non confondere i crawler.

8. Riduci le dimensioni del PDF e ottimizza la velocità di caricamento
Se la velocità di caricamento di una pagina web è un importante fattore di ranking, allo stesso modo lo è la rapidità con cui è possibile aprire un PDF. Cerca di non caricarlo troppo di immagini e video eccessivamente “pesanti”. Prova questo strumento di compressione, grazie al quale puoi ridurre la dimensione del file, senza perdere la qualità, garantendo un caricamento più veloce. In questo modo avrai benefici sui risultati di ricerca e migliorerai l’esperienza utente. Una dritta: se supera i 5-6 MB un PDF da veicolare online è troppo grande… cerca di limitarlo a 200 kbyte al massimo.

9. Inserisci le parole chiave in modo strategico e pertinente
Integra le parole chiave in modo strategico nel tuo testo, ma non esagerare! L'inserimento naturale di parole chiave in contesti pertinenti è indispensabile per evitare penalizzazioni causate da keyword stuffing. Utilizza la parola chiave nei posti giusti, quali: titolo, almeno un sottotitolo, nel primo paragrafo del testo, verso la fine, oltre ai metadati e nel testo alternativo. Ragiona sempre come se stessi raccontando qualcosa a una persona… non forzare mai l’inserimento delle parole chiave.

10. PDF canonical: evita contenuti duplicati!
Google considera i PDF come se fossero normali pagina web, quindi evita di inserire nel PDF contenuti già presenti in altre pagine del tuo o di altri siti. Se ci sono contenuti uguali in altre pagine del tuo sito, utilizza il tag rel canonical tramite intestazione HTTP da inserire nel file .htaccess: in questo modo eviterai penalizzazioni da parte del motore di ricerca! Non sai dove si trova il file .htaccess? Ne abbiamo parlato qui! Una volta individuato il file inserisci questa intestazione, sostituendo al link in esempio, quello del file PDF che intendi indicizzare e posizionare:

HTTP/1.1 200 OK
Content-Length: 19
...
Link: <https://www.prova.com/downloads/prova-paper.pdf>; rel="canonical" .

EXTRA: Ottimizza il documento per i dispositivi mobile
Partendo dal presupposto che non è possibile creare un file PDF che sia responsive, ossia che si adatti al dispositivo su cui viene aperto, è consigliabile ridurre le dimensioni e allineare il contenuto, provando a disporlo il più possibile verticalmente. Ad esempio, se sono presenti immagini, prova a posizionarla sopra il testo; se possibile, evita la disposizione su più colonne, che risultano difficili da visualizzare correttamente su device mobili.

Abbiamo visto quindi 10 aspetti che devi ottimizzare per far sì che il tuo PDF scali posizioni sui motori di ricerca. Implementando queste pratiche fondamentali e avanzate, puoi massimizzare la visibilità online dei tuoi documenti e raggiungere un pubblico più ampio. L’ottimizzazione di questi elementi, tuttavia, non è sufficiente se ti dimenticherai il fattore più importante: la qualità del contenuto e la rilevanza per l’utente. Un contenuto informativo e coinvolgente non solo attira l'attenzione degli utenti ma contribuisce anche positivamente all'indicizzazione sui motori di ricerca.

Miglioriamo il posizionamento del tuo sito e dei tuoi file PDF online: contattaci subito!
Cookie

Questo sito web utilizza cookie di terze parti

Questo sito utilizza cookie tecnici anonimi per garantire la navigazione e cookie di terze parti per monitorare il traffico e per offrire servizi aggiuntivi come ad esempio la visualizzazione di video o di sistemi di messaggistica. Senza i cookie di terze parti alcune pagine potrebbero non funzionare correttamente. I cookie di terze parti possono tracciare la tua attività e verranno installati solamente cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookie". Puoi cambiare idea in ogni momento cliccando sul link "Cookie" presente in ogni pagina in basso a sinistra. Cliccando su uno dei due pulsanti dichiari di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettarne le condizioni.
MAGGIORI INFORMAZIONI