Web Agency DOWEB
DOWEB Numero Verde

Ufficio

Via Archimede 10, 37036
San Martino Buon Albergo (VR)

Scritto in data
lunedì 04 gennaio 2021
Tempo per la lettura
6 minuti
Condividi

Quante volte sentiamo parlare di Web App e di applicazioni locali. Ma quali sono le differenze principali? E quando è meglio privilegiare le une rispetto alle altre? Cerchiamo di fare chiarezza.

Viviamo nell'epoca in cui la nostra vita è letteralmente scandita dalla tecnologia. Quante volte, riflettendoci, ci capita di utilizzare un'app su smartphone o personal computer? Sicuramente molto più di una, dal momento che, ormai, se ne trovano davvero per tutti i gusti e per tutte le esigenze. Come avviene per tutto il settore, però, anche le applicazioni sono state soggetto di evoluzione dal momento in cui sono apparse per la prima volta (a metà degli anni Ottanta) fino ai giorni d'oggi. Oggi ci addentreremo nel mondo delle Web Application (o Web App) cercando di comprenderle fino in fondo e differenziandole dall'altra "categoria" di app più conosciute al momento, ovvero quelle locali.

Internet è, oggi, la prima fonte di comunicazione al mondo. Viene utilizzato, infatti, sia in ambito privato che aziendale e proprio per quest'ultimo si tratta di un elemento importante dal momento che proprio utilizzando il web si riesce a trovare più facilmente il target perfetto per la proprioa attività. E con il passare del tempo, come è giusto che sia, chi naviga in rete si aspetta sempre di più da quest'"esperienza". Ciò vuol dire che la soddisfazione p massima solo nel momento in cui le aziende riescono a dare alla clientela risposte soddisfacenti e pertinenti con ciò che stanno ricercando. Ecco perché, di base, è nato il concetto della WEB APP che permette ad ogni utente un'interazione con l'azienda quanto più reale possibile abbinando velocità, intuitività e praticità proprio come avviene per le classiche web locali. Nonostante, però, possano sembrare due strumenti uguali tra loro, è indispensabile non confonderli dal momento che si tratta di due "app" del tutto diverse tra loro.

Quanto abbiamo detto fino a questo momento vale ancor di più se pensiamo che le WEB APP sono notevolmente cresciute nell'ultimo periodo. Se agli inizi, infatti, erano nate quasi un po' per gioco, oggi sono indispensabili per ogni azienda che desidera creare un sito internet che appaia come un'applicazione mobile ma che sia scaricabile su tutti i dispositivi. Ma di cosa si tratta esattamente? E dove sta la loro forza?

Cosa sono le WEB APP
Per addentrarci appieno nel mondo delle applicazioni web è indispensabile definirne il concetto. Quando si parla di WEB APP ci si riferisce a particolari programmi applicativi che sono memorizzati su server remoti (che possono trovarsi anche dall'altro lato del continente) e che vengono distribuiti su internet utilizzando semplicemente i comunissimi browser (cui tutti, oggi, siamo abituati). Un mondo, quelle delle WEB APP, che è davvero vastissimo anche per l'utilizzo che se ne può fare. Oltre all'utilizzo da parte dell'utente finale, infatti, si prestano all'utilizzo dei dipendenti delle varie aziende che le possono sfruttare per lo scambio di progetti o fogli di lavoro in maniera molto comoda sia davanti ad una postazione fissa (quindi un pc) sia in mobilità (direttamente dal proprio smartphone).

Ma allora, dove sta la primaria differenza con le app mobili? Ci è utile definirlo brevemente sin da subito per comprendere al meglio proprio il concetto di WEB APP. Le applicazioni mobili hanno un limite importante che sta proprio nella loro progettazione. Queste, infatti, nascono esclusivamente per una piattaforma (che può essere iOS o Android). Questo significa che non saremo assolutamente in grado di scaricare e, quindi, utilizzare un'applicazione dedicata a iOS su dispositivi Android e viceversa. Al contrario, una WEB APP risulta essere accessibile da ogni browser e quindi è capace di funzionare e di essere scaricata su ogni dispositivo, indipendentemente dal sistema operativo che si utilizza. Se, quindi, in termini di aspetto le due tipologie sono simili, non lo sono affatto sul piano dell'utilizzo.

Per ulteriori informazioni non esitate a contattarci

WEB APP, da dove "arrivano"?
Proseguiamo il viaggio all'interno delle WEB APP, dopo averle definite in breve, all'interno della loro storia. Anche questa, infatti, ci sarà molto utile per comprenderle al meglio. A questo scopo dobbiamo catapultarci indietro negli anni Novanta quando la regola, per i siti web, era quella di essere creati con l'HTML. Nessuno spazio per qualunque cosa non fosse testo. Vedere un video o un'immagine nei siti di allora, quindi, era praticamente impossibile. Nulla a che vedere, quindi, con i siti web che conosciamo oggi. I primi file diversi dal testo hanno trovato spazio dopo poco ma i siti web erano caratterizzati da enorme staticità fino all'avvento del JavaScript con cui sono diventati interattivi. Ulteriore miglioramento è arrivato con l'avvento di Ajax con siti internet che sono diventati persino responsive ed ancor più votati all'interattività. Siamo poi passati attraverso l'HTML5 per arrivare al linguaggio grafico in 3D che, oggi, è fondamentale per creare le WEB APP.

Come sono interfaccia e struttura di una WEB APP?
Le WEB APP, grazie ai più moderni linguaggi di programmazione, hanno un'interfaccia che le rende intuitive da utilizzare e che si avvicina moltissimo agli elementi di un qualunque SO. Gli sviluppatori lavorano costantemente a nuove funzionalità la cui integrazione avviene con script lato client senza che gli utenti se ne accorgano rimarcando, poi, semplicemente i miglioramenti. In questo modo si riesce ad avere un'esperienza utente in cui chi utilizza la WEB APP non deve attendere nemmeno che le singole pagine carichino.

Strutturalmente, invece, le WEB APP prevedono la divisione in vari livelli a cui, a loro volta, vengono affidati ruoli differenti. Normalmente parliamo di tre livelli a cui spettano, rispettivamente, la presentazione, l'applicazione e l'archiviazione). Ovviamente a WEB APP più complesse corrisponde un numero maggiore di livelli. Sta anche nella struttura, quindi, la differenza con le classiche app mobili che, invece, prevedono una costruzione su un unico livello.

Le differenze con i siti web
Viste le differenze tra una WEB APP e un'applicazione mobile, siamo pronti a definire, invece, quelle che sono le differenze con i classici siti web. A questo punto, ci si può chiedere tranquillamente il motivo per cui una WEB APP viene normalmente preferita al sito web e la risposta sta, anche in questo caso, in parte nella struttura stessa di entrambi i "contendenti". Nella creazione di un sito internet, infatti, dobbiamo pensare alla creazione di diverse pagine web, dobbiamo interconnetterle tra loro utilizzando un dominio da ospitare su un server e rendere accessibile mediante la rete.

Le WEB APP, invece, sono per propria definizione dei software accessibili da ogni browser. Ecco che per crearle entrano in gioco i linguaggi a cui abbiamo accennato (come JavaScript) ma non vi sono SDK specifici come nel caso delle applicazioni mobili. Ne consegue che le WEB APP guadagnano in termini di velocità perché le varie "pagine" vengono caricate più in fretta riducendo i fastidiosi tempi di attesa. Oltre a questo, sono perfettamente in grado di adeguarsi ai dispositivi su cui vengono visualizzate e sul piano grafico risultano essere più intuitive dando l'idea proprio di un'applicazione mobile. Ecco spiegate le differenze con i siti internet.

La creazione di una WEB APP, come procedere
La creazione di una WEB APP può apparire complicata ma potrebbe sorprendervi apprendere che non sempre è così in quanto dipende dalla modalità di creazione scelta. Sostanzialmente, infatti, vi sono due strade per creare una WEB APP. La prima è indubbiamente più complessa dal momento che viene richiesta una competenza specifica nel settore e la conoscenza dei liguaggi backend e frontend. La seconda, molto più semplice, permette di utilizzare dei veri e propri generatori che ci aiutano nella creazione dell'app senza la necessità di conoscere linguaggi di programmazione e cose simili. In questo caso, però, esiste il classico "rovescio della medaglia" dal momento che non sempre le app create con questo metodo rispondono alle nostre necessità e si corre davvero il rischio di ottenere, alla fine, un prodotto senza arte né parte e con livelli di performance davvero scadenti. Ecco perché per creare una WEB APP che si rispetti bisognerebbe, innanzitutto, essere competenti e sapere quel che si sta facendo.

Qualunque sia la strada che, comunque, si sceglierà di intraprendere, dovremo passare attraverso le quattro fasi che contraddistinguono la creazione di una WEB APP. Quali sono? Si tratta della fase di ideazione, di quella di progettazione, di quella di sviluppo e quella di lancio. Vediamole più da vicino.

Fase 1: l'ideazione
Prima di iniziare a lavorare è indispensabile avere l'idea attorno a cui il lavoro dovrà svilupparsi. La prima fase è proprio questa con un occhio di riguardo alla verifica della realizzabilità del progetto. Partiamo dall'idea che solo se aiuteremo gli utenti nella risoluzione dei loro problemi, il nostro business avrà la giusta efficacia. Partiamo, quindi, dai temi che più ci interessano, a cui siamo certi di poterci dedicate con attenzione e pazienza e che possa rappresentare, allo stesso tempo, una soluzione per il nostro target. In questa fase è importantissimo verificare che qualcun'altro non abbia già sviluppato lo stesso progetto e come e quanto vasto possa essere il mercato a cui ci stiamo rivolgendo. Trovata l'idea sarà indispensabile pensare bene alle funzionalità che vorremo inserire nella nostra WEB APP ricordando di scegliere solo quelle davvero importanti per l'utente e cercando di evitare quelle superflue che rischiano solo di confondere l'utilizzatore.

Fase 2: la progettazione
Adesso che abbiamo ben chiara l'idea su cui lavorare, è venuto il momento di iniziare con la sua costruzione. Iniziamo a disegnare la nostra WEB APP, immaginandone i metodi di navigazione, i tipi di pulsante, i colori delle schermate, il posizionamento di ogni singolo elemento sul display. Nella fase di progettazione dovremo scegliere la modalità di accesso all'app dei nostri utenti ed immaginare come funzionerà in generale l'intera app. A questo punto saremo pronti per creare il prototipo, operazione che rientra sempre nella fase di progettazione. Un passaggio sicuramente più complicato rispetto a quelli visti fino a questo momento per cui se non siamo esperti è meglio affidarci a chi lo è più di noi. Creato il prototipo avremo davanti a noi una vera e propria bozza della nostra WEB APP futura e potremo renderci davvero conto di come apparirà agli utenti scegliendo sin da subito se e dove apportare dei miglioramenti.

Fase 3: lo sviluppo
Quando saremo pienamente soddisfatti del prototipo creato, saremo pronti a passare alla fase successiva, quella dello sviluppo. Innanzitutto ci servirà un database ovvero tutto l'insieme dei dati da cui partiremo. Dovremo, quindi, decidere come effettuare la divisione dei dati al fine di evitare che i clienti vedano i dati che, invece, appartengono ad altri clienti. In questo caso potremo optare per un database singolo o, in alternativa, procedere con la creazione di un nuovo database per i singoli clienti. Lo sviluppo della WEB APP proseguirà col costruire gli elementi visivi dell'app stessa. Per farlo si utilizzerà il linguaggio JavaScript anche se buone alternative sono anche il CSS e l'HTML. Dopo aver creato il front-end, dovremo procedere con la creazione del backend, ovvero di tutto quello che andrà a gestire i dati (come per l'appunto i database). Anche in questo caso è importante affidarsi a professionisti che possano sviluppare nella maniera corretta il lavoro.

Fase 4: il lancio
Una volta ideata, progettata e sviluppata, la nostra WEB APP è pronta per l'ultima fase ovvero quella del lancio. Giungere a questo "traguardo" è davvero qualcosa di molto soddisfacente! La prima cosa da fare è la scelta dell'hosting, aspetto da non sottovalutare dal momento che da questo dipenderanno i corretti funzionamenti dell'app. A questo punto saremo pronti per distribuirla all'hosting cloud in modo da renderla immediatamente disponibile e visualizzabile per chi lo desidererà.

Ribadiamo ancora una volta che in ognuna di queste quattro fasi è importante avere ben chiaro il lavoro da svolgere. Questo è il motivo per cui è sempre consigliabile affidarsi ad esperti del settore. In Doweb sappiamo bene come procedere per cui non esitate a contattarci per ulteriori informazioni in merito.

Pregi e difetti delle WEB APP e delle app tradizionali
Come sempre accade, anche per le WEB APP vi sono dei pregi e dei difetti da sottolineare. Queste, nate per rendere i contenuti internet disponibili anche su ogni dispositivo mobile, hanno più che altro due vantaggi rispetto alle app locali.
  • Non necessitano di alcuno spazio di memorizzazione dal momento che non vengono installate o scaricate obbligatoriamente sui dispositivi;
  • la loro realizzazione non richiede costi eccessivi e molto tempo.

Per quanto concerne, invece, i punti deboli, i principali si possono così riassumere.
  • Senza internet le WEB APP non possono funzionare;
  • non essendo pensate per un sistema operativo in particolare, a volte possono esserci dei problemini di adattamento a iOS o ad Android;
  • mancata disponibilità su tutti gli store e relativa impossibilità di essere scaricata;
  • impossibilità di invio di notifiche push ad ogni singolo utente.

Le classiche applicazioni che siamo abituati ad utilizzare sul nostro smartphone sono anch'esse soggette a diversi pregi o difetti. I pro, in questo caso, sembrano superare di gran lunga i contro dal momento che si tratta di vantaggi di cui non è praticamente più possibile fare a meno. Di cosa si tratta?
  • Le app sono veloci ed affidabili dal momento che sono pensate, comunque, per uno specifico sistema operativo;
  • per lo stesso motivo, consentono di accedere immediatamente ad ogni singola funzionalità dello smartphone come, ad esempio, la fotocamera;
  • riescono ad inviare notifiche push;
  • si trovano sugli store;
  • non hanno bisogno di una connessione web per poter essere utilizzate.

Di contro, le app tradizionali hanno bisogno di buone quantità di spazio disponibili dal momento che per un corretto funzionamento necessitano di essere preventivamente installate sullo smartphone.

Contatti


Via Archimede 10, 37036
San Martino Buon Albergo (VR)
info@doweb.srl

DOWEB Numero Verde

La nostra web agency crea siti internet nelle province di Verona, Vicenza, Mantova, Brescia, Trento e province limitrofi.

Per visualizzare la mappa attiva i cookie di terze parti (clicca su cookie in basso a sinistra).

Richiedi informazioni

Inviaci un messaggio con la tua richiesta, rispondiamo entro un giorno.

Cookie