Drag

Chiama adesso!
800 93 1196

27 novembre 2023

Ecommerce, come aumentare il tasso di conversione: i consigli di Doweb

Alex Baldarelli

Scritto daAlex Baldarelli

Tempo stimato per la lettura8 minuti

Con il Black Friday appena trascorso e il Natale alle porte, per gli ecommerce è tempo di mettere in pratica delle strategie strutturate, per incrementare il tasso di conversione. Su un sito web, viene generata una conversione quando si verifica un’azione oggetto di un determinato obiettivo, quale può essere la compilazione di un form, il download di una risorsa, una telefonata dalla pagina contatti o l’iscrizione alla newsletter. Per un ecommerce, la conversione può essere un prodotto aggiunto al carrello, ma soprattutto una vendita, l’obiettivo ultimo di ogni attività commerciale.

Vedremo in questo articolo come incrementare il tasso di conversione (conversion rate) negli ecommerce: una serie di attività e di strategie che possono fare la differenza per il tuo negozio virtuale e che ti aiuteranno anche a migliorare il posizionamento sui motori di ricerca. È giunto il momento di far decollare le vendite!

Ottimizzare il tuo sito e incrementare il conversion rate
Per aumentare il tasso di conversione e generare più vendite, devi innanzitutto ottimizzare il tuo sito web ecommerce. L’utente che visita il tuo negozio online deve poter concludere l’acquisto in maniera semplice e veloce, senza troppi passaggi, quindi devi garantire una user experience che funzioni nel migliore dei modi. Ecco qualche consiglio efficace!

  • Implementa un menu di navigazione strutturato, suddividendo i tuoi prodotti in categorie ben precise e puntuali, affinché le persone riescano a trovare ciò che gli interessa senza troppi problemi;
  • inserisci molteplici CTA di acquisto perché siano sempre visibili (usa colori ben evidenti, in contrasto con lo sfondo della pagina) in diversi punti della pagina prodotto.
  • non esagerare con le immagini ed evita qualsiasi elemento di distrazione che allontani l’utente dalla conversione e quindi dall’acquisto, comprese le descrizioni troppo lunghe;
  • rendi fluido il check out: ricordati che molti utenti abbandonano il carrello perché il processo di acquisto risulta troppo lungo e complicato. Un suggerimento al volo: concedi la possibilità di acquistare come “ospite”, quindi anche senza la registrazione di un account.
  • occhio alle visite mobile. Molti oggi acquistano direttamente dallo smartphone, quindi il tuo ecommerce deve essere mobile responsive, per una fruizione ottimale su ogni dispositivo;
  • pensa sempre alla sicurezza: implementa un certificato SSL e scegli un gateway di pagamento affidabile;
  • fai capire chi sei, dov’è la tua sede, come possono contattarti: devi instaurare un rapporto di fiducia con i clienti, quindi presentarti è il primo passo. Non dimenticare di inserire anche i recapiti telefonici e di garantire assistenza su tutti i canali che metti a disposizione.
Una user experience efficace si lega inevitabilmente alla velocità del sito. In primis, puoi lavorare sull’ottimizzazione delle immagini: se è vero che in un ecommerce immagini impattanti fanno la differenza, quindi devono avere una qualità eccellente, cerca di trovare il giusto compromesso con la dimensione. Un sito che fa fatica a caricare le immagini risulta lento.

Il tempo di caricamento della pagina è un fattore assolutamente prioritario per un negozio online che vuole generare conversioni. Per valutare le aree di miglioramento del tuo sito e sapere dove e in che modo puoi intervenire per renderlo più fluido possibile, dai un’occhiata allo strumento PageSpeed Insights di Google.


Aumentare le conversioni dell’ecommerce: le strategie
Una volta che avrai migliorato il tuo sito ecommerce nell’ottica di una completa e ottimale fruibilità da parte degli utenti, possiamo concentrarci sulle strategie più idonee per aumentare le vendite. In linea di principio penserai che, per la legge dei grandi numeri, per aumentare le conversioni del tuo sito è sufficiente incrementare le visite: sbagliato. Le visite sono condizioni necessaria, ma non sufficiente per avere un ecommerce di valore. Un negozio ben strutturato e che riceve molti visitatori è inutile se non genera conversioni e quindi vendite. Il tasso di conversione, infatti, non è altro che la percentuale degli utenti che acquistano in base al numero di visitatori che accedono al sito. Questa è la formula esatta: (conversioni / totale visitatori) x 100. Il tuo obiettivo deve essere aumentare il più possibile questo valore.

Fissato il tuo obiettivo, vediamo quali sono le tecniche da implementare step by step, che possiamo consigliarti per aumentare il conversion rate.

  • Conosci e analizza il tuo pubblico. Non puoi sapere come convincere i tuoi visitatori ad acquistare sul tuo ecommerce se non sai come si comportano. Google Analytics, ad esempio, è uno strumento fondamentale per comprendere il tuo target con informazioni specifiche quali l’età, le abitudini di navigazione e i dispositivi che utilizzano; puoi scoprire gli interessi, le categorie di prodotti che vanno per la maggiore e quelli che non “tirano”. Ma soprattutto puoi capire i movimenti degli utenti sul tuo sito, pagina dopo pagina, quali sono le fonti di traffico e da punto del sito “escono”, ossia quando abbandonano il negozio. Insomma, fanne buon uso perché Google Analytics è uno strumento fondamentale da cui partire per aumentare le vendite.
  • Definisci la tua value proposition. Ricordati che non basta offrire prodotti di qualità, devi anche far capire al tuo pubblico perché dovrebbero acquistare nel tuo negozio virtuale, anziché dalla concorrenza. Per questo devi sottolineare cosa rende unico il tuo prodotto. Ecco che quindi devi lavorare molto sul copy del tuo ecommerce e sulle descrizioni dei prodotti, evidenziando i vantaggi e i punti di forza. Ricordati di inserire recensioni e testimonianze dei tuoi clienti, per dimostrare la qualità di ciò che stai offrendo. Abbiamo parlato in precedenza di rapporto di fiducia? Ecco le recensioni fanno veramente la differenza perché il tuo negozio online acquisisca credibilità.
  • Crea landing page efficaci e sfrutta l’email marketing: racconta i tuoi prodotti in una landing page e invia mail ai tuoi contatti. Se hai un database di contatti registrati al tuo ecommerce ( e che hanno espresso esplicito consenso all’invio di comunicazioni) sfruttalo per l’invio di newsletter con le promozioni, ma anche per richiamare gli utenti che hanno abbandonato il carrello.
  • Punta sull’effetto scarsità e sugli sconti. La disponibilità limitata di un prodotto e uno sconto considerevole spingono gli utenti ad acquistare con più velocità, perché temono di non poter più sfruttare un vantaggio economico se non si muovono in fretta, oppure non riuscire più a comprare ciò che desiderano, per esaurimento scorte. Talvolta, ma non costantemente e sistematicamente, fare leva sulle emozioni degli utenti può essere una tecnica vincente.
  • Sfrutta le tecniche di upselling e cross selling. Presenta prodotti correlati a quelli di interesse dell’utente o che possono completare un’esperienza. Pensiamo a un ecommerce di smartphone: offrire una cover a un utente interessato all’acquisto di un telefono può essere una tecnica di conversione funzionante per generare una vendita in più.
Conversion rate e SEO: perché sono aspetti legati
Per logica, un ecommerce senza visite non può generare conversioni e vendite. Per incrementare il traffico verso il tuo negozio online devi adottare una strategia SEO strutturata e puntuale, come abbiamo visto qui. Ma il legame tra il tasso di conversione e l’attività di posizionamento SEO coinvolge anche altri aspetti collegati tra loro.

I consigli per migliorare il sito web in ottica user experience, finalizzati all’aumento delle conversioni, sono assolutamente validi, anzi necessari per Google, che considera una fruibilità ottimale dei siti un parametro fondamentale per posizionare le pagine tra i risultati di ricerca. Insomma, ottimizzare l’ecommerce, soprattutto per quanto riguarda la velocità di navigazione e la reattività delle pagine può fare la differenza e portare benefici in un duplice senso. Allo stesso modo, garantire all’utente la possibilità di navigare tra i prodotti senza problematiche tecniche e trovare quelli di proprio interesse con semplicità, è un’attività che porta benefici in un duplice senso. Ricordati di lavorare su tag, categorie e breadcrumb.

Anche l’analisi del proprio pubblico è fondamentale in ottica SEO e conversioni. Conoscere i dati demografici, le preferenze, i comportamenti degli utenti sul proprio sito permette di intervenire al meglio sia per quanto riguarda i prodotti su cui puntare, sia su quali contenuti orientare la propria strategia, quale tone of voice adottare nei testi ecc.: tutti aspetti che Google ritiene vitali perché un sito web acquisisca autorevolezza e diventi un punto di riferimento del settore, tanto da essere posizionati tra i primi risultati di ricerca. Fai partire Google Analytics e inizia subito l’analisi!

La stessa cosa vale per le recensioni e le testimonianze relative ai prodotti. Sappiamo quanto siano vitali nel processo di acquisto, perché il parere di chi li ha già provati è sempre determinante per convincere un utente a comprare. Ma le recensioni sono importanti anche per migliorare il proprio posizionamento SEO, perché Google valuta come affidabili i siti web che godono di un elevato numero di recensioni positive.

In conclusione, esiste uno stretto rapporto tra SEO e conversioni, che non si limita al posizionamento tra i primi risultati di ricerca per ottenere più visite, ma coinvolge diversi aspetti ottimizzando i quali si ottengono risultati in entrambe le direzioni. Ecco perché a partire dai nostri consigli, applicati in maniera puntuale e specifica a seconda del tuo settore di attività e soprattutto del tuo pubblico, puoi fare la differenza, incrementando finalmente le conversioni del tuo ecommerce.

Realizziamo siti web ecommerce per la tua attività, ottimizzati in ottica conversioni: contattaci subito!
Cookie

Questo sito web utilizza cookie di terze parti

Questo sito utilizza cookie tecnici anonimi per garantire la navigazione e cookie di terze parti per monitorare il traffico e per offrire servizi aggiuntivi come ad esempio la visualizzazione di video o di sistemi di messaggistica. Senza i cookie di terze parti alcune pagine potrebbero non funzionare correttamente. I cookie di terze parti possono tracciare la tua attività e verranno installati solamente cliccando sul pulsante "Accetta tutti i cookie". Puoi cambiare idea in ogni momento cliccando sul link "Cookie" presente in ogni pagina in basso a sinistra. Cliccando su uno dei due pulsanti dichiari di aver preso visione dell'informativa sulla privacy e di accettarne le condizioni.
MAGGIORI INFORMAZIONI