Web Agency DOWEB
DOWEB Numero Verde

Ufficio

Piazza Buccari 30/a, 37141 Verona

Scritto in data
venerdì 28 febbraio 2020
Tempo per la lettura
6 minuti
Condividi

I meta tag fanno parte dei tag HTML che descrivono il contenuto della pagina ai motori di ricerca e ai visitatori del sito Web e possono rappresentare un valido alleato per le pratiche SEO.

I meta tag sono elementi chiave per tutti i motori di ricerca che compaiono nel codice HTML di una pagina Web dal momento che indicano al motore stesso di cosa tratta la pagina.

I meta tag sono importanti perché influiscono sul modo in cui un sito appare nelle SERP e sul numero di persone che saranno inclini a cliccare quel sito.

E’ innegabile, dunque, che tali elementi abbiano un impatto sul traffico e sui tassi di coinvolgimento di un determinato contenuto e, in definitiva, sulla SEO e sul posizionamento del sito stesso.

I meta tag sono una parte importante di una solida strategia SEO; sebbene alcuni di questi elementi possano non avere un impatto diretto sulle classifiche, possono influire sulla modalità di visualizzazione del sito all'interno dell'ecosistema digitale.

Questo fatto, già di per sé, dovrebbe essere in grado di far capire quanto l’utilizzo appropriato di tali Tag non dovrebbe essere mai trascurato durante lo sviluppo di contenuti per il web.


Meta Tag : come utilizzarli nel 2020

Nel 2020, se si desidera che il proprio sito web possa raggiungere un buon posizionamento all’interno della ricerca di Google, è molto importante concentrarsi su contenuti di alta qualità e grado di soddisfazione degli utenti.

L'obiettivo principale di questo articolo è quello di spiegare quali sono i Meta tag migliori, quali sono quelli che è comunque consigliabile utilizzare e quali, invece, risultano inutili o obsoleti a livello di SEO.


Come controllare i meta tag di un sito

Per controllare quale sono i meta tag impiegati in una determinata pagina web, è sufficiente cliccare sul pulsante destro del mouse in un punto qualsiasi della suddetta pagina e selezionare la voce "Visualizza sorgente pagina".


I meta tag più importanti per la SEO nel 2020

In questo paragrafo, ci concentreremo su quelli che sono i meta tag più rilevanti a livello SEO che possono contribuire a migliorare l'ottimizzazione e il posizionamento di un sito web nel 2020.

Tra i meta tag più importanti, troviamo :

• Title Tag
• Meta Description
• Canonical Tag
• Alternative text (Alt) Tag
• Robots meta tag
• Social Media Meta Tags (Open Graph)
• Header tags
• Responsive Design Meta Tag



Title Tag

Il tag Title è il primissimo elemento HTML che specifica il “titolo” di una determinata pagina web per i motori di ricerca e per i visitatori. L'elemento Title supporta tutti i browser inclusi Chrome, Firefox e Safari.

Questo tag va inserito nella sezione <head> del sito, come nell’esempio seguente : <head> <title> Questo è il titolo della pagina </title> </ head>

La lunghezza ottimale per il tag Title è di circa 55-64 caratteri (il valore consigliato da Google è inferiore a 60).

Il Tag Title è importante sia per quanto riguarda la SEO sia per quanto concerne la user experience, dato che tale denominazione compare sia nella SERP che nelle schede del Browser.

Secondo quanto stabilito da una fonte autorevole come MOZ, i Tag Title sono il secondo fattore on-page più importante per la SEO dopo i contenuti.

E’ importante ricordare che non è possibile aggiungere più di un elemento <title> all’interno di una pagina web.
  • Ecco di seguito alcuni suggerimenti per scrivere un buon Tag Title :
  • Incorporare parole chiave a coda lunga nel tag title
  • Aggiungere numeri al titolo (ad esempio “10 importanti suggerimenti per la SEO”)
  • Iniziare il tag title con la parola chiave di destinazione principale
  • Non esagerare con il numero di parole chiave per evitare il problema del keyword stuffing
  • Ogni pagina dovrebbe avere un tag title unico


Meta Description

Una Meta Description è un elemento HTML che riassume il contenuto di una pagina web. I motori di ricerca in genere mostrano la meta descrption nei risultati di ricerca sotto il tag Title.

Per comprendere meglio come funziona questo tag, è possibile osservare il seguente esempio di codice : <head><meta name = "description" content = "Questo è un esempio di meta description. Possiamo aggiungere fino a 160 caratteri. ”></head>

Google non utilizza la meta description come segnale di classifica; tuttavia, essa ha un effetto importante sul CTR della pagina dal momento che viene visualizzata nei risultati di ricerca.

Nel dicembre 2017, Google ha aumentato la lunghezza degli snippet nei risultati di ricerca ma recentemente la stessa Google ha confermato di aver nuovamente ridotto tale lunghezza, passando da un massimo di 290 caratteri ad un massimo di 158 (in ogni caso, le parole chiave più rilevanti dovrebbero sempre essere inserite tra i primi 120 caratteri).

Per quanto riguarda il mobile, si prediligono attualmente meta description che non superino i 130 caratteri totali.

Ecco di seguito alcuni suggerimenti per scrivere una buona Meta Description:
  • Non porre l'accento sul numero di caratteri, in quanto Google potrebbe estrarre il testo della descrizione Meta dai contenuti in base alla query di un utente.
  • Non aggiungere meta descrizioni duplicate
  • Aggiungere un chiaro invito all'azione (CTA) nelle descrizioni
  • Aggiungere le parole chiave più rilevanti nelle descrizioni
  • Fornire strategicamente soluzioni a un problema
  • Scrivere sempre le meta descriptions pensando agli utenti in modo da invogliarli a visitare una determinata pagina
  • Aggiungere eventuali richiami a sconti o offerte in corso in caso di negozio online


Canonical Tag

Il tag Canonical è un tag di collegamento HTML con attributo "rel = canonical" che viene utilizzato se si dispone di una URL a pagina singola con lo stesso contenuto presente su altre URL a più pagine.

Implementare il tag Canonical nel codice, significa comunicare a Google e agli altri  motori di ricerca che una determinata URL è la pagina principale e che non c’è necessità di indicizzare altre URL che potrebbero risultare solo contenuto duplicato.

La sintassi di un canonical tag è la seguente : <link rel = ”canonical” href = ”http://esempiosito.it/” />

Nell’esempio riportato, stiamo comunicando al motore di ricerca la necessità di indicizzare il contenuto presente sulla pagina riferita a tale URL; potrebbero, infatti, essere presenti più versioni della suddetta URL, come, ad esempio :

  • http://www. esempiosito.it
  • https://www. esempiosito.it
  • http://esempiosito.it/index.php

Google vede tutti gli URL di cui sopra come versioni duplicate della home page. E per risolvere questo problema, può essere appunto utilizzato il canonical tag.



Alternative text (Alt) Tag

L’Alt Tag è importante per qualsiasi immagine, poiché i motori di ricerca non possono leggerle, quindi è necessario aggiungere il testo alternativo corretto a questi elementi media in modo che il motore di ricerca possa opportunamente considerarle.

Un esempio di sintassi corretta per l’utilizzo dell'Alt Tag è la seguente : <img src = ”http://sitoesempio.it/foto-di-parigi.jpg” alt = ”foto di parigi” />

Ecco di seguito alcuni suggerimenti per scrivere dei buoni Alt Tag per immagini:
  • Tutte le immagini dovrebbero avere nomi che rimandano ad informazioni specifiche relative all’immagine stessa
  • Il testo alternativo deve essere breve e chiaro
  • Creare sempre una Sitemap per le immagini
  • Usare 50-55 caratteri (fino a 16 parole) nel testo alternativo per l’immagine
  • Utilizzare una dimensione file ottimale senza ridurne la qualità per una maggiore velocità di caricamento della pagina


Robots Meta Tag

Il Robots meta tag è un tag HTML che fornisce istruzioni ai crawler sull'indicizzazione o il noindex di una pagina Web.

Il Robots meta tag ha quattro valori principali per i crawler dei motori di ricerca:
  • Follow : il crawler del motore di ricerca seguirà tutti i collegamenti in quella pagina web
  • Index: il crawler del motore di ricerca indicizzerà l'intera pagina web
  • Nofollow : Il crawler del motore di ricerca NON seguirà la pagina e tutti i collegamenti in quella pagina web
  • Noindex : Il crawler del motore di ricerca NON indicizzerà quella pagina web

Ecco alcuni esempi di sintassi corretta dei robots meta tag :
  • Per indicare al motore di ricerca di non indicizzare o non seguire una data pagina web: <meta name = "robots" content = "noindex, nofollow">
  • Per indicare al motore di ricerca di indicizzare o seguire una data pagina web: <meta name = "robots" content = "index, follow"> - Indica l'indice e segue questa pagina web.

Come gli altri tag, anche il robots meta tag deve essere posizionato nella sezione <head> della pagina web.



Social Media Tags (Open Graph)

I meta tag Open Graph sono frammenti di codice che controllano la modalità di visualizzazione degli URL quando vengono condivisi sui social media.

Fanno parte del protocollo Open Graph di Facebook e sono utilizzati anche da altri siti di social media, inclusi LinkedIn e Twitter.

Identificarli è semplice : un tag Open Graph è caratterizzato dalla presenza della sintassi “og:”.

Ecco alcuni esempi di Open Graph validi per il 2020 :
  • <meta property = "og: title" content = "Come diventare un esperto del posizionamento siti web" />
  • <meta property = "og: description" content = "Diventare un esperto del posizionamento SEO in 8 semplici passaggi." />
  • <meta property = "og: image" content = "https://sitoesempio.it/blog/wp-content/uploads/2020/02/come-diventare-esperto-seo.png" />

Perché i tag Open Graph sono importanti?


Le persone hanno maggiori probabilità di visualizzare ed interagire con contenuti condivisi che presentano tag OG ottimizzati, generando un maggiore traffico proveniente dai social media verso il sito Web.

Questo accade per 3 motivi :
  • Gli Open Graph rendono i contenuti più accattivanti nei feed dei social media
  • Gli Open Graph danno informazioni semplici ed immediato agli utenti sul contenuto in questione
  • Gli Open Graph aiutano Facebook a capire l’argomento del contenuto

Quali sono i tag Open Graph più utilizzati?

Facebook elenca 17 tag OG nella sua documentazione ufficiale, anche se in realtà il colosso dei Social Network ne richiede, di fatto, solo quattro per comprendere le basi di una pagina web, ovvero :

og: title : il titolo della pagina. Un esempio di sintassi corretta può essere il seguente : <meta property = "og: title" content = "SEO: tutto ciò che devi sapere" />

Tra gli accorgimenti che è utile seguire quando si applica questo tag, troviamo :
  • Aggiungere sempre l’Og: title a tutte le pagine "condivisibili".
  • Scegliere un Og:title breve ; sebbene non esistano indicazioni ufficiali sulla lunghezza consigliata di questo tag, è consigliabile attestarsi su un massimo di 40 caratteri per i dispositivi mobili e un massimo di 60 per la visualizzazione desktop.

og: url : l'URL del contenuto. Un esempio di sintassi corretta può essere il seguente : <meta property = "og: url" content = "https://esempiosito.it/blog/seo-cose-da-sapere/" />

Tra gli accorgimenti che è utile seguire quando si applica questo tag, troviamo :
  • Usare sempre l'URL canonico

og: img : l'URL di un'immagine per lo snippet social. Un esempio di sintassi corretta può essere il seguente : <meta property = "og: image" content = "https://esempiosito.it/blog/wp-content/uploads/2020/02/seo-consigli.jpg" />

Tra gli accorgimenti che è utile seguire quando si applica questo tag, troviamo :
  • Usare immagini personalizzate per pagine "condivisibili" (ad es. Homepage, articoli, ecc.)
  • Usare immagini con un rapporto di 1,91: 1 e immagini delle dimensioni minime consigliate di 1200x630 per una visualizzazione ottimale su tutti i dispositivi.

og: type : Il tipo di “oggetto” che si sta condividendo. (ad es. articolo, sito Web, ecc.)

Un esempio di sintassi corretta può essere il seguente : <meta property = "og: type" content = "article" />

Tra gli accorgimenti che è utile seguire quando si applica questo tag, troviamo :
  • Descrivere ulteriormente i tipi di oggetti ove appropriato

og: description : una breve descrizione del contenuto. Un esempio di sintassi corretta può essere il seguente : <meta property = "og: description" content = "Scopri 10 consigli per migliorare la SEO del tuo sito" />

Tra gli accorgimenti che è utile seguire quando si applica questo tag, troviamo :
  • Scrivere una descrizione che funga da completamento al titolo prescelto per rendere lo snippet il più interessante possibile
  • Scrivere una descrizione breve e di impatto immediato. Facebook raccomanda 2-4 frasi.

og: local : definisce la lingua del contenuto.



Header Tag

Un Header Tag viene utilizzato per la creazione e la formattazione di titoli. Gli elementi base sono ovviamente H1, H2, H3, H4, H5 e H6, con H1 come livello più alto e H6 come livello più basso in ordine di rilevanza.

Ecco un esempio di come possiamo usare i tag header:

<h1> 10 consigli per migliorare il posizionamento di un sito web </h1>

<p> Paragrafo del contenuto </p> <p> un altro paragrafo di contenuto </p>

<h2> Analisi delle prestazioni del sito web</h2>

<p> Paragrafo del contenuto </p>

<h3> Analisi delle prestazioni su dispositivi mobili e desktop </h3>



Responsive Design Meta Tag

L’ultimo meta tag che dovrebbe essere sempre impiegato per migliorare la SEO del proprio sito web è quello denominato responsive design meta tag, conosciuto anche come "Viewport Meta Element".

Utilizzando il meta tag viewport possiamo controllare il layout delle pagine Web sui browser dei dispositivi mobili.

Un esempio di sintassi corretta può essere il seguente : <meta name = "viewport" content = "width = device width, initial scale = 1">.



Quali sono i meta tags da ignorare nel 2020

Dopo aver passato in rassegna i meta tags più utili ai fini della SEO per il 2020, passiamo a quelli che, al contrario, possono essere tranquillamente omessi in quanto obsoleti o non funzionanti.

Keywords tag: Google non utilizza le keywords tag nel posizionamento dei siti web nella SERP.

Revisit after: questo tag HTML indica ai robot di tornare su una pagina dopo un periodo specifico. Questo tag non è seguito da nessuno dei principali motori di ricerca e non ha alcun valore nel SEO. È meglio evitare questo tag e lasciare ai motori di ricerca la decisione su come e quando eseguire la scansione dei siti web.

Expiration/date: questo tag definisce la data di scadenza della pagina.

Site verification : si tratta di un tag quantomai obsoleto, in quanto è sufficiente utilizzare la Google Search Console.

Copyright : Ogni sito inserisce il proprio copyright nel piè di pagina, quindi non è necessario un tag separato.

Distribution: il tag "distribution" è presumibilmente utilizzato per controllare chi può accedere al documento in questione ed in genere è impostato su "globale". Dato che la maggior parte delle pagine web viene creata per essere visibile al maggior numero di utenti possibile, non c’è motivo per impiegare questo tag.

Cache control: questo tag consente di definire la frequenza con cui una pagina viene memorizzata nella cache.

ODP Robots Meta Tag : Google non segue più questo meta tag.

Geo Meta Tag: Google non utilizza i Geo meta tag per classificare le pagine.

Contatti


Piazza Buccari 30/a, 37141 Verona info@doweb.srl

DOWEB Numero Verde

La nostra web agency crea siti internet nelle province di Verona, Vicenza, Mantova, Brescia, Trento e province limitrofi.

Per visualizzare la mappa attiva i cookie di terze parti (clicca su cookie in basso a sinistra).

Richiedi informazioni

Inviaci un messaggio con la tua richiesta, rispondiamo entro un giorno.

Cookie