Web Agency DOWEB
DOWEB Numero Verde

Ufficio

Piazza Buccari 30/a, 37141 Verona

Scritto in data
lunedì 09 marzo 2020
Tempo per la lettura
5 minuti
Condividi

L'applicazione di una strategia SEO a coda lunga è una delle pratiche più utili per garantire un posizionamento organico di forte impatto per il proprio sito web.

La SEO a coda lunga è una tecnica per generare traffico di alto valore ed è incentrata su parole chiave a coda lunga, che sono termini di ricerca composti da tre o più parole. Hanno anche un volume di ricerca e un tasso di concorrenza più bassi, nonché un tasso di conversione più elevato rispetto alle parole chiave a coda corta.

Cosa sono le parole chiave a coda lunga?

Come accennato nel paragrafo precedente, le parole chiave a coda lunga sono composte da tre o più parole. Rispetto alle parole chiave a coda corta, che consistono in una o due parole, le parole chiave a coda lunga hanno come target concetti generali e intenti dell'utente. Di conseguenza, le parole chiave a coda lunga hanno un volume di ricerca, un tasso di concorrenza e un costo per clic (CPC) più basso.


Perché vengono chiamate “parole chiave a coda lunga”?

Se si traccia il volume di ricerca delle parole chiave long-tail e short-tail su un grafico, le parole chiave a coda lunga appariranno nella parte bassa del grafico a causa del loro basso volume di ricerca, creando un elemento visivo che appare come una coda, in particolare rispetto all'alto volume di ricerca delle parole chiave a coda corta.


Esempi di parole chiave a coda lunga

Per capire il funzionamento delle parole chiave a coda lunga, è possibile focalizzarsi sul seguente esempio; mettiamo il caso che qualcuno cerchi "no profit". Gli intenti compresi in questo tipo di ricerca sono molteplici, tra cui il volontariato, l’attuazione di donazioni o la ricerca di posizioni lavorative presso tali strutture. Le parole “no profit” , identificano una chiave di ricerca a coda corta. Se invece viene effettuata una ricerca in base alla stringa “lavoro organizzazione no profit”, l’intento espresso avrà tutta un’altra valenza e sarà chiaro che ciò che si desidera ottenere è un elenco delle pagine web che offrono posizioni lavorative presso una organizzazione senza fini di lucro. Questo tipo di ricerca è un esempio di utilizzo delle parole chiave a coda lunga.


Cos'è una strategia SEO long tail?

Una strategia SEO a coda lunga si concentra sul targeting di parole chiave a coda lunga e sull'ottimizzazione del sito Web per tali keywords. Questa strategia offre un focus più intelligente: si sta, infatti, ottimizzando il sito web per parole chiave target che offrono il massimo valore alla propria attività.

Per fare un altro esempio, se il proprietario di una ditta di impianti elettrici a Roma volesse posizionare i propri servizi tramite il sito web, potrebbe sfruttare il valore di coda lunga delle seguenti keywords :
  • “Riparazione impianti elettrici a Roma”
  • "Come verificare il funzionamento di un impianto elettrico”
  • "Quando rivolgersi ad un elettricista qualificato”
Come è facile comprendere, queste parole chiave a coda lunga “coprono” diversi intenti. Il primo è transazionale, ovvero, riguarda gli utenti che cercano servizi relativi ad assistenza elettrica in una determinata zona (in questo caso, Roma), mentre il secondo intento è di tipo informativo, in quanto rimanda ad informazioni circa la manutenzione del proprio impianto.

Ecco perché una strategia SEO a lunga coda si concentra non solo sull'ottimizzazione delle pagine web principali, ma anche sull'espansione del sito attraverso contenuti nuovi, come post di blog e guide.


5 motivi per utilizzare il SEO long tail

A dire il vero, il motivi per affidarsi ad una strategia SEO a coda lunga sarebbero ben più numerosi, ma è sufficiente elencare i 5 motivi fondamentali per comprendere l’efficacia di questo tipo di strategia di posizionamento per siti web.

Circa il 70%di tutto il traffico di ricerca proviene da parole chiave a coda lunga. Quindi, se non si sta prendendo di mira parole chiave a coda lunga nella propria strategia SEO, si sta sicuramente perdendo traffico prezioso dai consumatori nel proprio pubblico di destinazione.

Ecco, dunque, i 5 motivi per cui è utile affidarsi alla strategia SEO long tail :

1. Raggiungere il proprio target di riferimento in modo più veloce

Se l’obiettivo è quello di raggiungere il proprio target di riferimento in maniera veloce, una strategia SEO long tail può aiutare. Rispetto alle parole chiave a coda corta, le parole chiave a coda lunga si concentrano, infatti, sull'intento specifico o sulla motivazione alla base di una ricerca.

Ad esempio, una ricerca effettuata sfruttando le parole chiave a coda corta “impianto elettrico” può avere diverse motivazioni, tra cui:
  • Che cos'è un impianto elettrico?
  • Quali tipi di impianto elettrico ci sono?
  • Qual è il prezzo medio per un impianto elettrico?
  • Quali sono i componenti di un impianto elettrico?
In confronto, la parola chiave long-tail, "tipi di impianto elettrico", ha un obiettivo molto più specifico. Il ricercatore vuole, infatti, conoscere i diversi tipi di impianto elettrico, il che rende più facile sviluppare contenuti SEO a coda lunga che rispondano in maniera esaustiva a questa query di ricerca.

Concentrarsi sulle parole chiave a coda lunga, consente una maggiore connessione che gli utenti che desiderano avere informazioni specifiche su un determinato argomento.


2. Diminuire l’impatto dei Competitors

Quando una parola chiave ha diversi intenti - o anche più significati - spesso ha un livello più elevato di concorrenza. Ciò rende difficile per una azienda competere in un determinato settore e i risultati potrebbero non essere strettamente legati all’azione desiderata da parte degli utenti come, ad esempio, l’invio di una richiesta di preventivo o di un’iscrizione ad una newsletter.

Pensiamo alla parola “schermo”; si tratta di un termine che può identificare un’azienda che produce monitor per pc, ma anche ad una che si occupa di produrre monitor per televisioni o, ancora, ad una che si occupa di barriere protettive di qualche genere, magari per l’ambiente domestico.

Poiché le parole chiave a coda lunga presentano meno ricerche e si focalizzano su intenti più ristretti da parte degli utenti, risultano di fatto meno competitive. Il risultato è che il proprio sito web potrebbe facilmente collocarsi nella prima pagina dei risultati di ricerca per parole chiave a bassa concorrenza e di alto valore.


3. Migliorare i tassi di conversione

Quando un sito risulta irrilevante per la ricerca di un utente, tale utente sarà portato a non cliccare su di esso.

Ad esempio, un utente che cerca un'azienda che produca monitor per pc e che per la sua ricerca utilizza la parola chiave “schermo”, sicuramente non visiterà un determinato sito web se quest’ultimo utilizza tale parola per pubblicizzare la produzione dei propri schermi anti riflesso per le finestre.

Molte recenti analisi del settore, dimostrano che le parole chiave a coda lunga offrono un tasso di conversione di oltre il 35%.

Ottimizzare un sito sito Web per termini di ricerca più pertinenti, significa competere e classificarsi in base a parole chiave che offrono il massimo valore all’attività svolta.


4. Abbassare i costi relativi al digital marketing

Rispetto alle parole chiave a coda lunga, le parole chiave a coda corta comportano un investimento decisamente superiore. Il loro alto volume di ricerca e la concorrenza agguerrita comportano il fatto che il numero di aziende che desiderano classificarsi con quella determinata keyword sia particolarmente alto; tale situazione, mette in moto un meccanismo di investimento molto elevato e costante.

Con la SEO a coda lunga, è possibile ridurre i costi del marketing digitale; il proprio team di esperti del settore che si occupano di posizionamento siti web, sarà in grado di gestire al meglio le risorse finanziare dedicate alla sponsorizzazione di prodotti e servizi applicando strategie SEO long tail, più targhettizzate e decisamente più concorrenziali.

Le parole chiave a coda lunga, infatti, garantiscono tassi di conversione più elevati; ciò si traduce in un maggiore ritorno sull'investimento (ROI), che l’azienda può utilizzare per far crescere la propria strategia di marketing.


5. Adattare la propria strategia alle tendenze del proprio bacino di utenza

Adottando una strategia SEO long tail, sarà possibile rimanere aggiornato sulle tendenze degli utenti come, ad esempio, la ricerca vocale. Con la ricerca vocale, gli utenti effettuano naturalmente query di ricerca a coda lunga, come ad esempio quando cercano un ristorante nelle vicinanze.

Se si concentrano tutti gli sforzi SEO sulle parole chiave a coda corta, l’azienda non sarà di fatto in grado di “collegarsi” ed interagire al meglio con questi consumatori. Ciò può comportare notevoli perdite di entrate, soprattutto per le realtà locali poiché l'80% di tutte le ricerche geolocalizzate, sia con parole chiave a coda corta che a coda lunga, viene convertito.


4 passaggi per sviluppare un'efficace strategia SEO a coda lunga

In questa sezione, vogliamo concentrarsi su quelli che sono i principali accorgimenti che è necessario mettere in atto per approntare una corretta strategia SEO long tail.

1. Rintracciare le parole chiave più performanti

Il primo passo nello sviluppo di una strategia SEO long-tail (e, con tutta probabilità, anche quello più ostico) è quello che riguarda la ricerca di parole chiave adatte allo scopo prefissato. E’ importante, infatti, ottimizzare il proprio sito web per le parole chiave che il pubblico di destinazione dimostra effettivamente di utilizzare durante le ricerche.

Le strategie migliori per scoprire le parole chiave giuste sono le seguenti :
  • Visitare forum popolari: il proprio pubblico di destinazione può può dire molto su ciò che desidera sapere in fatto di chiavi di ricerca. Tramite portali come Quora, Reddit, Facebook e altre piattaforme, è possibile individuare ciò che i consumatori vogliono sapere riguardo un determinato argomento. Forse, ad esempio, sono interessati a sapere come riparare un certo tipo di finestra, che è un argomento che è possibile trattare in un post sul proprio sito web utilizzando parole a coda lunga.
  • Utilizzare strumenti di ricerca per individuare le parole chiave: uno dei modi migliori per trovare parole chiave a coda lunga è utilizzare appositi strumenti di ricerca. Uno dei migliori tool in assoluto è Ubersuggest; grazie a questo strumento, è possibile trovare tutta una serie di parole chiave a coda lunga correlate a quella inserita nel campo di ricerca, filtrando per lingua e per Paese.
  • Parlare con i clienti: le conversazioni con i propri clienti possono aiutare a rintracciare parole chiave per la propria strategia SEO a coda lunga. Alcuni argomenti di discussione includono chiedere loro come si trovano con un determinato prodotto e quali domande hanno a riguardo.
  • Studiare i competitors : è fondamentale creare una linea originale per la propria strategia SEO long tail. Le loro strategie, infatti, possono fornire spunti interessanti da cui prendere spunto.

Durante il processo di identificazione delle parole chiave a coda lunga, è utile organizzare tali keywords su un documento Excel o in un foglio di Google, per avere sempre la situazione sotto controllo nel migliore dei modi.


2. Abbinare le parole chiave a coda lunga ai propri contenuti

In coordinamento con la propria strategia SEO long tail, sarà opportuno ottimizzare non solo i contenuti già esistenti sul sito web, ma crearne anche di nuovi. Ciò significa che sarà necessario abbinare le parole chiave a coda lunga ai contenuti attuali e futuri.

Riprendendo l’esempio della ditta di impianti elettrici, sarà opportuno creare il seguente piano d’azione :
  • suddividere la pagina del servizio principale in sotto-divisioni relative a ciascun servizio
  • ottimizzare la pagina relativa all’assistenza tecnica per posizionarsi più in alto per una parola chiave long tail che riguarda l’intervento di un tecnico
  • sviluppare il calendario dei contenuti per il blog in base a parole chiave a coda lunga
  • Durante questo lavoro di ottimizzazione di contenuti preesistenti e di creazione di nuovi contenuti, è molto importante ricordarsi la necessità di produrre sempre testi di alta qualità e di facile lettura, per agevolare non solo il lavoro di posizionamento organico tramite le parole chiave a coda lunga ma per migliorare notevolmente anche la semplice user experience.

3. Ottimizzare i contenuti in base alla SEO long tail

Si tratta senza dubbio di una delle fasi più “difficili” e faticose del processo di ottimizzazione SEO di un sito web aziendale.

Se non si ha sufficiente familiarità con la SEO e con gli standard dei motori di ricerca, come Google, Bing e Yahoo, è facile eccedere nell’ottimizzare dei propri contenuti, ad esempio, utilizzando un numero eccessivo di parole chiave e creando un effetto di keyword density davvero esagerato.

Ecco perché è utile collaborare con dei professionisti del posizionamento siti web: un team come quello di Doweb sarà in grado di fornire servizi di ottimizzazione a 360° per migliorare il rendimento della propria attività sul web.

Quando ci si dedica all’ottimizzazione in chiave SEO dei contenuti del proprio sito web, è opportuno concentrarsi sui seguenti ambiti :
  • title Tag: nei risultati di ricerca, è il tag del titolo che conta, non l'intestazione H1 prescelta per un determinato contenuto. Sebbene il tag del titolo non debba includere il nome della propria azienda, dovrebbe comunque includere la parola chiave a coda lunga sulla quale quel contenuto si concentra. È anche fondamentale che il tag del titolo non superi 60 caratteri.
  • Meta description: la meta description di una pagina web viene visualizzata anche nei risultati di ricerca. Mentre il tag del titolo attira il pubblico, la meta description dovrebbe convincere gli utenti a cliccare su una determinata pagina. Per una meta description davvero ottimizzata, è utile includere almeno una volta la parola chiave long-tail e non superare i 160 caratteri.
  • Contenuto: il contenuto di una pagina web deve fornire una risposta alla domanda di un utente, (ad esempio la frequenza con cui è necessario far controllare un impianto elettrico). Per questo motivo, è importante ottimizzare i propri contenuti includendo la parola chiave long-tail, che dovrebbe essere presente anche nei vari sottotitoli H2, H3 etc. È anche fondamentale rendere dei contenuti di facile lettura limitando i paragrafi a tre o quattro righe di lunghezza.
  • URL: in una strategia SEO long tail, è fondamentale ottimizzare URL ottimizzate. Come il tag del titolo, l'URL deve contenere la parola chiave long-tail. Se, ad esempio, si opta per la parola chiave “come controllare il contatore della corrente elettrica”, è possibile creare una URL del tipo “come-controllare-contatore-corrente”.
  • Immagini: è fondamentale includere video o immagini nelle proprie pagine web; tali elementi, infatti, non solo aiutano a ottimizzare la pagina dal punto di vista dell’indicizzazione, ma migliorano anche l'esperienza di visualizzazione degli utenti. Se si decide di incorporare immagini nei propri contenuti, e sempre bene assicurarsi di comprimerle con uno strumento apposito per ridurre i tempi di caricamento. Inoltre, è fondamentale utilizzare un nome del file appropriato e inserire una alt description.


4. Verificare l’efficacia di una strategia SEO

Quello dell’ottimizzazione è un processo lungo e spesso faticoso, che richiede tempo per essere approntato nel migliore dei modi e che, spesso, deve essere “rivisto” in corso d’opera.

S si desidera ottenere il massimo dalla propria strategia SEO long tail, è sempre opportuno verificarne l’efficacia, in modo da poter aggiustare il tiro in caso di scarsa performance.

Per misurare il successo di una strategia SEO long tail, è opportuno controllare diversi fattori, tra cui:
  • Classifiche: la SEO si concentra sul miglioramento della visibilità online si un sito web sui motori di ricerca, quindi ha senso monitorare la classifica del proprio sito all’interno dei risultati di ricerca per determinate parole chiave. Tuttavia, possono essere necessari mesi per il posizionamento di un sito Web. Ecco perché è fondamentale dedicare tempo alla strategia SEO, nonché misurare altre metriche.
  • Traffico: naturalmente, vale anche la pena monitorare il traffico registrato delle varie pagine web al fine di verificare quali sono quelle che generano un flusso di visite maggiore e quelle che invece risultano poco appetibili. Ad esempio, è possibile notare che molti utenti preferiscono visitare il sito attraverso smartphone o tablet; ciò potrebbe rendere necessaria un maggiore concentrazione sugli aspetti responsive del proprio sito.
  • Entrate: un modo per misurare il successo della propria strategia SEO long tail è attraverso le entrate.
  • Conversioni: un'altra metrica che dovrebbe sempre essere monitorata con attenzione è il tasso di conversione di una determinata pagina web. Ciò che si qualifica come una conversione dipende dagli obiettivi SEO long tail prefissati, come, ad esempio guadagnare più iscritti alla newsletter o generare più ordini online.
In ultima analisi, è sempre molto importante tenere traccia delle prestazioni del proprio sito web su base regolare per massimizzare i risultati della strategia SEO a coda lunga.

Contatti


Piazza Buccari 30/a, 37141 Verona info@doweb.srl

DOWEB Numero Verde

La nostra web agency crea siti internet nelle province di Verona, Vicenza, Mantova, Brescia, Trento e province limitrofi.

Per visualizzare la mappa attiva i cookie di terze parti (clicca su cookie in basso a sinistra).

Richiedi informazioni

Inviaci un messaggio con la tua richiesta, rispondiamo entro un giorno.

Cookie