Web Agency DOWEB
DOWEB Numero Verde

Ufficio

Piazza Buccari 30/a, 37141 Verona

Scritto in data
mercoledì 18 dicembre 2019
Tempo per la lettura
3 minuti
Condividi

Come funziona un motore di ricerca? Vieni a scoprirlo con noi, così da comprendere come ha luogo il posizionamento dei siti internet.

In rete sono disponibili oltre 10 miliardi di pagine, un numero questo in continua evoluzione dato che ogni giorno nascono nuovi siti internet. Si tratta di una quantità di informazioni semplicemente incredibile, al cui interno fare una qualsiasi tipologia di ricerca sarebbe impossibile senza avere in mano degli strumenti ad hoc. Questi strumenti sono i motori di ricerca, Google in primis ovviamente. Ogni motore di ricerca utilizza un algoritmo per riuscire ad analizzare tutti i dati che arrivano dalle pagine disponibili online e ad archiviarli, in modo da ottenere una loro corretta organizzazione. Solo così tutti i dati delle pagine internet risultano accessibili in modo veloce. Anche l’algoritmo utilizzato dai motori di ricerca cambia con il passare del tempo.

Come risulta chiaro dalle considerazioni che abbiamo appena avuto modo di fare, non è semplice capire come funzioni un motore di ricerca. Possiamo sintetizzare questo funzionamento in tre passaggi: scansione, indicizzazione, ranking e creazione della SERP. Andiamo insieme alla scoperta di questi processi.

Scansione

I motori di ricerca hanno prima di tutto bisogno di sapere quali pagine sono presenti online. Devono quindi andare alla ricerca in modo costante di ogni nuova pagina web, un processo questo che prende il nome di scansione. Si viene così a creare quello che possiamo definire un vero e proprio registro aggiornato di ogni pagina presente in rete.

Come può un motore di ricerca effettuare questa scansione? La maggior parte delle nuove pagine web viene scoperta dai motori di ricerca grazie ai link posizionati all’interno dei siti già conosciuti. Per effettuare una scansione in questo modo, si utilizzano degli appositi software che prendono il nome di spider, crawler oppure robot. Questi software hanno il compito di passare in rassegna ogni codice HTML presente online al fine di riuscire a comprendere tutte le parole chiave più utilizzate. Le informazioni che riesce a catturare, vengono debitamente salvate in un apposito database.

Come è facile capire dalle considerazioni che abbiamo appena avuto modo di fare, è di fondamentale importanza che in ogni sito internet siano presenti sia link in uscita che link in entrata, così da rendere più semplice il lavoro di scansione dei motori di ricerca e contribuire a rendere il loro funzionamento impeccabile.

È anche possibile però che i motori di ricerca vengano a conoscenza di nuove pagine in modo diretto, quando è il proprietario di un nuovo sito web quindi ad inviare al motore una sitemap al fine di farla scansionare. Nel caso in cui siano state effettuate delle modifiche ad una singola pagina o sia stata inserita una nuova pagina in un sito già esistente, è anche possibile ovviamente inviare al motore di ricerca solo quella specifica URL.

Questa è una pratica consigliabile? Assolutamente sì, il modo migliore per velocizzare la scansione di un sito internet e far si che i motori di ricerca inizino a prenderlo in considerazione nella loro indicizzazione.

Contattaci per scoprire come realizzare un sito internet che i motori di ricerca scansionano con facilità!

Indicizzazione

Con il processo di scansione, il motore di ricerca conosce con esattezza il numero delle pagine web presenti online, la loro tipologia, le parole chiave su cui si basano. Adesso ha bisogno di organizzare tutte queste informazioni. Basandosi su parole chiave, categorie e molti altri elementi, riesce a dare un ordine alle informazioni presenti sul web, un po’ come accade con i libri di una biblioteca, ben sistemati e catalogati.

Questo significa che è necessario curare con estrema attenzione il proprio sito internet, senza tralasciare alcun dettaglio. Il rischio infatti è che altrimenti le informazioni presenti nel sito non venivano organizzate adeguatamente.

Mettiti in contatto con noi per scoprire come realizzare un sito ben indicizzato!

Ranking e creazione della SERP

Il motore di ricerca è riuscito ad organizzare al meglio tutte le informazioni presenti nelle innumerevoli pagine web. Quando un utente effettua una ricerca, deve riuscire a classificare queste informazioni nel più breve tempo possibile. Deve cioè essere in grado di far uscire tra le prime posizioni della ricerca le informazioni più attinenti e soprattutto quelle in assoluto più attendibili. Per riuscire in questa impresa utilizza, come abbiamo inizialmente affermato, un algoritmo evoluto e complesso.

È bene sapere che possono essere anche oltre 200 gli elementi che un algoritmo prende in considerazione. Tra questi ricordiamo:
  • La presenza delle parole chiave che l’utente ha ricercato nell’URL del sito internet, nelle prime righe dei contenuti, nel meta tag title, nel titolo, nella meta descrizione e simili. Non solo parole chiave ovviamente, ma anche i sinonimi.
  • La qualità del sito internet e la sua importanza, basandosi anche sull’analisi semantica e dei link in entrata, quei link che ne determinano infatti l’affidabilità e la reputazione.
Ci teniamo a ricordare che la pagina con i risultati della ricerca prende il nome di
SERP, acronimo di Search Engine Results Page. I primi risultati sono quelli che il motore di ricerca considera come migliori mentre gli ultimi risultati sono quelli considerati peggiori.

Chiamaci se desideri un sito internet tra i primi risultati sui motori di ricerca!

Contatti


Piazza Buccari 30/a, 37141 Verona info@doweb.srl

DOWEB Numero Verde

La nostra web agency crea siti internet nelle province di Verona, Vicenza, Mantova, Brescia, Trento e province limitrofi.

Per visualizzare la mappa attiva i cookie di terze parti (clicca su cookie in basso a sinistra).

Richiedi informazioni

Inviaci un messaggio con la tua richiesta, rispondiamo entro un giorno.

Cookie